Il 2 giugno a Milano non è stata celebrata solo la festa della Repubblica ma c’è stata anche la festa del volontariato e della partecipazione. Palazzo Marino, sede dell’Amministrazione Comunale, è stata aperta al pubblico e alle associazioni che ogni giorno si impegnano per far conoscere a tutti i principi di solidarietà e cittadinanza attiva che vivono sul territorio. La nostra Equipe, insieme a Mondo Senza Guerre e Senza Violenza, ha partecipato all’evento con la campagna AAA... GIOVANI CERCANSI - cerchiamo giovani che ci possano aiutare a fare interviste ed essere intervistati sul tema ‪#‎EroiNonviolenti‬. Le istituzioni che sono intervenute alla giornata sono state intervistate e riprese dai giovani che hanno partecipato a questa iniziativa.

 

E-mail/Contatti: mariagraziasilvestroQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Equipe La Comunità per lo Sviluppo Umano - Ahimsa

 

Pubblicato in Milano
Domenica, 26 Luglio 2015 15:07

Laboratori di nonviolenza

Nell'anno scolastico 2014-15 abbiamo condotto I laboratori di formazione alla Nonviolenza presso 3 scuole di Milano all'interno del progetto "TU&IO - Imparare a superare i conflitti quotidiani”. Nonostante la buona partecipazione, abbiamo avuto difficoltà ad avere una relazione di reciprocità con alcune scuole e una volta concluso il percorso abbiamo avuto l'impressione che tutto finisse lì, senza il desiderio di continuare insieme un percorso educativo alla Nonviolenza. Tuttavia, alcuni studenti e insegnanti di una delle 3 scuole, l'Istituto Professionale Vespucci, hanno dimostrato entusiasmo e voglia di continuare il percorso per il prossimo anno scolastico. Abbiamo quindi deciso di focalizzarci con una classe e impostare un percorso di 2 anni che ci permetta di conoscere meglio la classe e lavorare su problematiche specifiche (relazione tra pari, relazione studenti-insegnanti, ecc). La classe è stata scelta in base alla disponibilità degli insegnanti a partecipare al laboratorio. Il nostro progetto è stato inserito nel Piano Formativo della classe.

Parallelamente, con alcuni ragazzi inizieremo un percorso tutto nuovo di educazione alla pari. Questi ragazzi hanno dimostrato interesse a diventare formatori di Nonviolenza presso la loro scuola. Partiremo quindi a settembre con una proposta ad hoc per loro.

Due classi della scuola Vespucci parteciperanno all'evento che stiamo organizzando per la giornata del 2 ottobre a Milano.

Il progetto è sempre condotto da due associazioni, La Comunità per lo Sviluppo Umano – Ahimsa e Mondo Senza Guerre e Senza Violenza.

E-mail/Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Equipe La Comunità per lo Sviluppo Umano - Ahimsa

Pubblicato in Milano
Domenica, 26 Luglio 2015 15:04

Ora di Nonviolenza

Finalmente sperimenteremo l'Ora di Nonviolenza presso una scuola di Milano, l'Istituto Comprensivo Narcisi. Si tratta di un progetto cui pensavamo da tempo insieme a Mondo Senza Guerre e Senza Violenza e finalmente si è concretizzato. Il progetto è stato inserito nel Piano di Offerta Formativo ed in particolare sarà siluppato con una classe di primo grado. A partire da settembre 2015 incontreremo ogni settimana gli studenti per un’ora, portando avanti un progetto che si basa sulle nostre tematiche e che possa aiutare I ragazzi a comprendere che cosa significa essere nonviolenti. Parallelamente lavoreremo con gli insegnanti e I genitori della classe, stabilendo degli incontri a cadenza bisettimanale oppure mensile. Il nostro obiettivo è dimostrare che dopo 2 anni di lavoro costante sui temi della nonviolenza su tutta la filiera educativa miglioreranno le relazioni in classe e fuori dalla classe, con benefici anche a livello scolastico.

Il progetto ha coinvolto non solo la scuola ma anche le istituzioni ed in particolare il consiglio di zona 6 e il Comune di Milano, poichè per il progetto sono stati chiesti I patrocini.

Una classe dell'Istituto parteciperà all'evento che stiamo organizzando per la giornata del 2 ottobre a Milano. Quest'anno il 2 ottobre rappresenterà il punto di inizio di questo ambizioso progetto.

E-mail/Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Equipe La Comunità per lo Sviluppo Umano - Ahimsa

Pubblicato in Milano

2 ottobre, Giornata Internazionale della Nonviolenza
Inaugurazione del progetto
 "TUeIO - Laboratori di Nonviolenza"


Presso Istituto scolastico comprensivo Casa del sole  via Giacosa 46 (Parco Trotter)
Giovedì 2 ottobre 2014, dalle ore 9.15 alle 12.30
Inaugurazione ore 11.30
 
Visto il successo dell"anno precedente, il progetto sperimentale "TUeIO - Laboratori di Nonviolenza", patrocinato dal Consiglio di Zona 3, si amplia e vede il coinvolgimento di altre zone di Milano e una rete di associazioni; si sono infatti uniti all"iniziativa la Casa delle donne di Milano, diverse associazioni attive nel territorio, associazioni di genitori e istituti scolastici, tra cui la Casa del Sole dove si svolgerà l"evento.
I laboratori, che si svolgeranno nelle scuole che hanno aderito al progetto,  puntano ad avviare un ampio percorso di prevenzione della violenza, agendo sull"educazione alle relazioni nonviolente, con una forte attenzione alla non discriminazione di genere, coinvolgendo studentesse e studenti e tutta le filiera educativa (insegnanti, educatori/ educatrici, genitori).
 
In occasione della celebrazione della "Giornata internazionale della Nonviolenza", il 2 ottobre, ci sarà "un assaggio" dei laboratori proposti, aperti solo alle scuole, seguito dallo spettacolo teatrale "La ragazza dei gelsomini" ideato appositamente per coinvolgere i ragazzi. Sarà l"occasione per dare il via al progetto che durerà fino al 2 ottobre 2015, occasione di un grande evento di chiusura presso la Casa delle donne di Milano.
 
Programma:
ore 9.15
- Spettacolo teatrale per le classi seconde dell'Istituto professionale Vespucci
luogo: Teatrino del Parco Trotter
ore 10.15
- Spettacolo teatrale per le classi della scuola secondaria inferiore dell'Istituto comprensivo A.Scarpa
luogo: Teatrino del Parco Trotter
- Laboratori sulla nonviolenza per le classi dell'Istituto professionale Vespucci
luogo: Spazio 'chiesetta' del Parco Trotter
ore 11.30
Inaugurazione ufficiale del progetto TUeIO con le istituzioni comunali e scolastiche, e i rappresentanti delle associazioni che hanno partecipato in rete con Mondo Senza Guerre e senza violenza e La Comunità per lo sviluppo umano: Ai Cher, Casa delle Donne di Milano, Associazione genitori Amici della Scarpa.
A seguire spettacolo teatrale per le classi dell'Istituto comprensivo Casa del Sole
luogo: Teatrino del Parco Trotter
ore 12.30
- laboratori sulla nonviolenza per le classi dell'Istituto comprensivo Casa del Sole
luogo: Spazio chiesetta del Parco Trotter
 
 Sono stati invitati:
- il presidente del Consiglio Comunale, Basilio Rizzo;
- il presidente del consiglio di zona 3, Renato Sacristani;
- il presidente della commissione educazione della zona 3, Caterina Antola;
- l'assessore all'educazione del Comune di Milano, Francesco Cappelli;
- il presidente della commissione educazione del consiglio comunale, Elisabetta Strada;
- il presidente della commissione Pari Opportunità del consiglio comunale, Anita Sonego
- il presidente della commissione cultura del consiglio comunale, Paola Bocci
- i dirigenti scolastici della Scuola Casa del Sole e dell'Istituto professionale Vespucci.
 
Lo spettacolo teatrale
La Ragazza dei gelsomini e i nuovi eroi della nonviolenza
"La Ragazza dei Gelsomini" è uno meta-spettacolo realizzato da un gruppo di non-professionisti, volontari, che utilizzando differenti linguaggi artistici quali musica dal vivo, recitazione, immagini e video per raccontare la storia dei ragazzi e delle ragazze protagonisti della Rivoluzione dei Gelsomini, una rivoluzione non dei bastoni e dei pugni, ma quella della nonviolenza attiva. Obiettivo dello spettacolo è coinvolgere emotivamente i ragazzi delle scuole coinvolte portando alla luce nuovi modelli di "Eroi Nonviolenti" che possano rappresentarli, ai quali possano ispirarsi, cercando di stimolare in loro un cambiamento nonviolento nella vita di tutti i giorni.
Lo spettacolo è tratto dal libro: I racconti della nonviolenza, di Andrea Galasso, editrice Multimage 2013

Info:
Cristina Mastrotto | 347.5099981
e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Annabella Coiro | 335.8010961
e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Milano

La Comunità (per lo sviluppo umano), organismo sociale e culturale del Movimento Umanista alza la sua voce per denunciare la grave situazione di violenza alla quale si vede sottoposto il popolo del Mali.

 

La situazione è diventata critica nelle ultime settimane a causa della crudele lotta tra forze governative e milizie nel nord del paese, all'invio di truppe da parte del governo francese ed all'appoggio logistico ed ideologico offerto dal Gruppo degli 8 e dall'ONU all'azione militare francese.

 

Ancora una volta, si fa ricorso alle armi per tentare di risolvere i conflitti le cui radici si trovano nelle disumane condizioni di vita alle quali si vedono sottoposti gli abitanti di un paese o di una regione.

 

L'uso della violenza fisica, da parte dell'una o dell'altra fazione, non porterà la Pace. Al contrario, farà crescere le indegne condizioni di povertà, discriminazione ed emarginazione di quei paesi.

 

Pubblicato in Comunicati Stampa
Giovedì, 24 Febbraio 2011 17:19

Libia: fermiamo la violenza!

AP110223016186

I membri de La Comunità per lo sviluppo umano sono addolorati e colpiti dalle notizie di repressione che filtrano dalla Libia e che fanno pensare ad un vero e proprio genocidio degli oppositori del sanguinario regime di Gheddafi.

 

Comunque si concluda la crisi,  il regime di Gheddafi non dovrà più godere di nessuna considerazione nè di nessun appoggio da parte dei Governi che si definiscono democratici, a partire dal Governo Italiano che si è distinto, in questi ultimi anni, nel ruolo di partner privilegiato di un personaggio che già prima di questi giorni terribili si era dimostrato un dittatore sanguinario.

Pubblicato in Comunicati Stampa